Da palestra fisica a palestra virtuale durante la chiusura

Pubblicato il 16 Marzo 2021
  • Da palestra fisica a palestra virtuale
Nell’ultimo anno, complice la pandemia, le palestre hanno dovuto lavorare duramente per adeguarsi alla nuova normalità. Quando hanno potuto riaprire l’hanno fatto adottando tutte le regole previste dai regolamenti e si sono impegnate anche per adeguarsi alle nuove esigenze dei clienti introducendo lezioni online.
Adattarsi alla situazione contingente si è dimostrata la chiave migliore in quest’ultimo periodo per riuscire a sopravvivere. E, con l’utilizzo sempre più massivo di app come Nike Training e Adidas Running by Runtastic che permettono di allenarsi in autonomia, sembra evidente la nuova direzione che sta prendendo il settore wellness e il fatto che ci si dovrà sempre di più adattare.
Ecco perché questo periodo, nonostante le ulteriori restrizioni che stiamo affrontando, può essere davvero un’opportunità per le aziende di fitness di trovare nuovi modi per soddisfare le esigenze dei loro abbonati.

Infatti, come in altri settori, viene in aiuto la tecnologia. Come può una palestra fisica trasformarsi in palestra virtuale?

  1. Continuando a comunicare con i clienti, in modo da sentirsi vicini anche se lontani
  2. Offrendo servizi online a chi è già abbonato e vuole continuare ad allenarsi
  3. Proponendo sessioni di allenamento all’aria aperta per gli iscritti
  4. Organizzando lezioni in diretta e registrando video lezioni premium

L’importanza di continuare a comunicare

Essere costretti a chiudere da un giorno all’altro senza sapere quando si potrà riaprire, non è piacevole.

Palestra virtuale - Lezioni onlineNonostante questo è fondamentale continuare a comunicare con clienti e non, aggiornare i social e trasmettere il messaggio che, nonostante tutto, l’attività è ancora attiva. Strumenti come i social, le app di messaggistica istantanea, gli SMS e le email, possono offrire un contributo concreto in questo senso. Ma come dovrebbero essere usati?

Di sicuro bombardare di informazioni i propri contatti è sempre sbagliato, soprattutto in questo periodo. Ecco perché ci si dovrebbe limitare ad inviare informazioni come queste:

  • aggiornamenti riguardanti i servizi ancora attivi in modalità virtuale (per chi ha sottoscritto abbonamenti di lunga durata)
  • inviti a dirette riguardanti allenamenti, alimentazione, benessere mentale
  • aggiornamenti mensili sulla possibile riapertura per tenere sempre aggiornati gli iscritti

Come parlare ai clienti: empatia e motivazione

Palestra virtuale - Messaggio motivazionale

Una volta deciso che tipo di comunicazioni inviare è importante capire come farlo. Fare attenzione al tono del messaggio è di fondamentale importanza in un periodo come questo.

Essere empatici con la situazione che i propri interlocutori stanno attraversando è necessario per tutti i business. Le palestre, in particolare, dovrebbero puntare a dare messaggi motivanti, che trasmettano energia e invitino alla positività. Ad esempio, con l’arrivo della bella stagione, molte persone vorranno impegnarsi per migliorare la propria forma fisica e puntare su questo aspetto nelle proprie comunicazioni può davvero fare la differenza. Soprattutto perché è un invito a guardare al futuro piuttosto che alla situazione attuale.

Attivare lezioni di fitness online: come e perché

Se i propri iscritti non possono usufruire degli attrezzi della loro amata palestra, questo non è un motivo per impedirgli di allenarsi. Si può decidere di contattare gli abbonati e chiedergli se hanno bisogno di una rimodulazione della scheda di allenamento con esercizi a corpo libero. Spesso bastano un tappetino e tanta forza di volontà per continuare a prendersi cura del proprio aspetto.

In questa fase è importante attivare un canale di comunicazione che permetta agli iscritti di fare domande se hanno dei dubbi sugli esercizi assegnati, se la scheda è troppo difficile da seguire o se hanno bisogno di una lezione live per eseguire al meglio alcuni esercizi. In questi casi possono tornare utili:

  • email
  • gruppi su Whatsapp
  • landing page in cui caricare i video necessari e le spiegazioni per eseguire al meglio l’esercizio
  • servizi di ricezione SMS con numeri dedicati a cui ricevere solo i messaggi degli abbonati premium

Palestra all’aperto: sposta la tua attrezzatura e gli iscritti all’esterno

Con l’arrivo della primavera e il clima che diventa sempre più mite, le palestre possono anche pensare di introdurre le sessioni all’aperto. Come?Da palestra fisica a palestra virtuale - Skebby

Se lo spazio lo consente, si può cercare di spostare le attrezzature all’esterno della propria struttura o anche in un parco vicino per consentire agli iscritti di allenarsi. Molti dei proprietari di palestre che si sono rivolti a noi sono rimasti sorpresi da quanto siano economiche le coperture resistenti alle intemperie per le attrezzature.

Mantenere i tuoi iscritti motivati potrebbe quindi essere più semplice di quello che sembra, anche quelli che proprio non vanno d’accordo con le lezioni online e preferiscono incontrare il personal trainer.
Se le ultime misure adottate dal Governo rendono più difficile questo tipo di attività, non è detto che dopo Pasqua le regole non vengano allentate e incontrarsi all’aria aperta per allenarsi sia possibile.

Palestra virtuale: ecco con quali tool

Come anticipato prima, continuare a tenere aperte le palestre anche se virtualmente, non è così complesso. Basta armarsi di smartphone o computer e, in un attimo, è possibile entrare nelle case dei propri iscritti e iniziare a farli allenare.

In questo caso si possono provare due strade.

Palestra virtuale - Video onlineSi può decidere di registrare dei video da condividere solo con i propri abbonati (pensiamo a tutti quei clienti che avevano sottoscritto un abbonamento annuale o anche più lungo) o di avviare delle dirette per tutti i propri followers sui social. L’obiettivo è da una parte continuare ad offrire un servizio premium e personalizzato a chi aveva già pagato, dall’altra coinvolgere chi non si è mai iscritto o chi non è abituato a fare attività fisica. La palestra virtuale serve quindi a mantenere attivo il rapporto con gli abbonati ma anche a crearne di nuovi.

La registrazione di un video oggi è semplicissima grazie agli smartphone e ai computer. Inoltre esistono diversi strumenti già preinstallati che permettono di montare i video registrati, aggiungere musica, testo e grafiche. Da Windows Live Movie Maker a iMovie di Apple, ad esempio.

I tool che, invece, possono supportare le palestre nel trasmettere video in diretta sono i seguenti:

Se la tua palestra ha già introdotto questi servizi, ti consigliamo di chiedere un feedback agli abbonati. Ad esempio, potresti domandargli se c’è un tipo di corso a cui vorrebbero partecipare o se vorrebbero orari diversi da quelli attualmente proposti. Offrire un servizio a misura dei membri della tua palestra potrebbe essere vitale per fare in modo che si abbonino di nuovo.

Hai trovato utili i nostri consigli su come reagire alla pandemia e trasformare la tua palestra da fisica a virtuale?Per iniziare a creare le tue campagne SMS, fai login.

Non hai un account? Registrati subito! È gratis.

Attiva un account Trendoo!


Nessuna risposta a "Da palestra fisica a palestra virtuale durante la chiusura"


    Qualcosa da dire?

    L'html è consentito